CANCELLATO! Domenica 13 maggio: La Reggia di Caserta, canto del cigno del Barocco


Domenica 13 maggio: la Reggia di Caserta, canto del cigno del Barocco
Appuntamento ore 11.30 presso la biglietteria del Palazzo
Per info e prenotazioni telefonare al 347 8769063 o scrivere a ass.isidora@gmail.com

NB: LA VISITA E' CANCELLATA!!!!

Fu un grande re a volere questo immenso palazzo: Carlo Sebastiano di Borbone, primogenito della coppia reale di Spagna, Filippo V ed Elisabetta Farnese. Grazie alla madre divenne Duca di Parma e Piacenza ma fu con le armi che si prese quello a cui ambiva di più, il Regno di Napoli, correva l'anno del Signore 1734. Napoli era la sua grande capitale ma quando decise di dotare il suo Casato di una Reggia che dovesse competere con Versailles scelse la campagna casertana.
Scelse un architetto deciso e risoluto, nato a Napoli da mi sangue nordico, Luigi Vanvitelli. Il connubio fu perfettissimo e ne nacque uno dei progetti più straordinari della politica architettonica del Settecento europeo. La Grande Reggia di Caserta.

Carlo di Borbone ritratto da Goya e Luigi Vanvitelli

Un palazzo di 47.000 m2 barocco eppure molto simmetrico, semplice, un contenitore immenso per dozzine di sale, saloni, vestiboli e scaloni dal gusto rococò, napoletanissimo e di respiro fortemente europeo. Superato il grande blocco strutturale, si apre lo straordinario parco, lungo 3 km ma con un apertura oculare che porta a vederlo infinito, fino ai monti. Ed ai lati di questo immenso cannocchiale di verde i giardini all'inglese ed all'italiana.


Il palazzo fu inaugurato nel 1774 ma Carlo già aveva lasciato la sua amata Napoli per diventare Carlo III di Spagna, uno dei più amati. Il suo architetto non vide mai terminato il suo grande progetto che passò nelle mani di suo figlio Carlo. Sembrava un opera impossibile da farsi, eppure la Reggia si fece, un gioiello europeo, grazie ad un grande Re italiano che condusse la Spagna e ad un architetto olandese che glorificò l'Italia.
 

Domenica 13 maggio: la Reggia di Caserta, canto del cigno del Barocco
Appuntamento ore 11.30 presso la biglietteria del Palazzo
Per info e prenotazioni telefonare al 347 8769063 o scrivere a ass.isidora@gmail.com
Contributo partecipativo 20 € + il biglietto d'entrata, per info costi clicca qui









0 commenti:

Posta un commento

 

Seguici su Instagram

Wikipedia

Risultati di ricerca